Analisi di mercato perfetta 4 step

Analisi di Mercato Perfetta 4-Step: distruggi la concorrenza

Nel momento in cui decidi di creare un’azienda o avviare una nuova attività, aprire un’ecommerce o una web agency, devi redigere un business plan.

Devi tracciare il sentiero prima di percorrerlo.

Hai scelto il settore in cui operare, qual è il core business dell’azienda, il nome accattivante, il modo per far arrivare nuovi clienti, il business model… e manca una cosa fondamentale…

L’analisi di mercato.

Cosa fanno le aziende simili alla tua nel tuo settore, qual è il loro punto di forza e quali sono i punti di debolezza, quanto è grande il mercato, ecc…

Un’analisi di mercato accurata è fondamentale per qualsiasi attività: non devi trascurarla.

Addentriamoci subito nel capire cos’è un’analisi di mercato, a cosa serve e come sfruttarla al meglio.

Analisi di mercato efficace agenzia marketing

Cos’è un’analisi di mercato

Quando fai ricerche di mercato, devi avere ben chiaro se quello che vendi (che sia un prodotto o un servizio) abbia un minimo di richiesta, in modo da capire in che punto incrociare la domanda dei consumatori con la tua offerta.

Definizione e principi chiave

L’analisi di mercato è uno studio dettagliato grazie al quale un’azienda decide in che modo operare: nicchia, concorrenza, buyer persona, piano marketing.

Per un’analisi di mercato efficace, è importante studiare i numeri.

Si, la matematica è fondamentale in questo senso, ma non servono concetti incredibilmente complessi, anche perché ad oggi la maggior parte del lavoro lo fanno i fogli di calcolo e i vari software.

Tipi di analisi di mercato

Esistono diversi tipi di analisi di mercato: non va bene generalizzare. La ricerca di mercato si deve fare a 360 gradi, tenendo in considerazione ogni aspetto prima di lanciarsi sul mercato.

Analisi del target → Analizzare la nicchia sulla quale si vuole operare, se è una nicchia valida per quelli che sono i tuoi obiettivi, che comportamenti d’acquisto ha la buyer persona ideale questo argomento lo approfondiremo nelle prossime righe). Capire questo è importante per attuare dei piani di marketing strategico ad hoc e creare un’offerta irresistibile.

Analisi della concorrenza → Come si stanno muovendo i tuoi competitor nella tua stessa nicchia? Che piano marketing utilizzano? Qual è il loro business model? Ad oggi possiamo dire che tutte queste informazioni sono facilmente reperibili con internet. Si può, essenzialemente, imparare dagli errori della concorrenza e andare a tappare i buchi che i competitor lasciano scoperti.

Ricerca di mercato → In questa fase la cosa principale è capire come intersecare domanda e offerta. Cosa sei in grado di offrire che al mercato manca?

Nei prossimi paragrafi vedremo nel dettaglio ognuno di questi punti per eseguire un’analisi di mercato perfetta e risolvere molti dei problemi prima che si presentino.

Come Definire il Tuo Target di Mercato

Analisi di mercato efficace agenzia marketing

Anzitutto partiamo col dire che si può tranquillamente italianizzare ‘target di mercato’ con ‘mercato di riferimento’.

Possiamo definirlo come il gruppo di clienti che fanno parte del mercato globale a cui l’azienda indirizza la sua offerta.

In altre parole, è l’insieme di persone che l’azienda vuole raggiungere.

Segmentazione del mercato

Il mercato globale è enorme, troppo grande: nessun’azienda singola riuscirebbe a gestirlo. Per questo motivo devi dividere il mercato (segmentarlo), e stringere il cerchio su poche persone, quelle che hanno più possibilità di comprare il tuo prodotto o servizio.

Inoltre, la segmentazione del mercato ti permette di concentrare tutte le tue risorse sul marketing ad un gruppo specifico di clienti, aumentando l’efficacia delle campagne e ottimizzando, di conseguenza, il budget.

Creazione di profili di clientela ideale (buyer personas)

Una volta capita la nicchia di persone alla quale vuoi arrivare, devi definire la buyer persona.

La buyer persona si intende il tipo di persona ideale disposta ad acquistare il tuo prodotto o servizio… deve essere più dettagliata possibile, e tra pochissimo ti spiego come crearla in modo molto semplice.

Chiaramente non è necessario sapere nome, cognome e codice fiscale della persona per creare il profilo di una buyer persona.

Bastano solo 3 fattori da valutare:

  • Dati demografici: età, sesso, reddito, livello di istruzione, professione, luogo di residenza.
  • Psicografici: interessi, valori, stili di vita, personalità.
  • Comportamentali: abitudini di acquisto, frequenza di utilizzo del prodotto/servizio, canali di acquisto preferiti.

Una volta raccolti questi dati, conosci molto meglio il tuo cliente ideale, e puoi fornire un customer journey adeguato al tuo target di riferimento.

Ecco un esempio pratico.

Prendiamo l’esempio di un’azienda che vende scarpe sportive per bambini: potrebbe definire la sua buyer persona in questo modo:

  • Bambini di età compresa tra 6 e 12 anni.
  • Genitori con figli di età compresa tra 6 e 12 anni.
  • Famiglie con un reddito medio-alto.
  • Persone che praticano sport o attività fisica.
  • Clienti che acquistano online o nei negozi di articoli sportivi.

Capisci bene anche tu che avedo già tutti questi dati a disposizione, l’azienda riesce a creare delle campgane marketing mirate esclusivamente per quel tipo di clienti, senza sprecare budget pubblicitario.

Analisi della Concorrenza

Trovato il tuo mercato di riferimento e creata la buyer persona, devi continuare la tua analisi aggiungendo anche la concorrenza: a chi stai rubando clienti? Chi potrebbe rubarteli?

Identificazione dei tuoi competitor

Ad oggi con Google è molto facile fare una ricerca di mercato su praticamente ogni settore e per qualsiasi tipo di servizio o prodotto.

Il metodo più semplice è quello di cercare su Google la concorrenza, digitando ‘lavoro’ + ‘città’, e avrai in meno di un secondo una lista dettagliata di quasi tutti i concorrenti.

Non ti affidare però al 100% a questa tattica: alcune aziende (sembrerà strano ma è così) non esistono su Google, non hanno ancora fatto questo passo.

E se è così, peggio per loro.

Stanno lasciando sul tavolo una grossa fetta di clienti… che puoi accaparrarti tu.

Valutazione dei punti di forza, debolezza, opportunità e minacce (SWOT)

Analisi di mercato efficace agenzia marketing analisi swot

Adesso che hai la tua bella lista di competitor potenziali sotto gli occhi, devi capire se realmente sono tuoi competitor.

Per farlo, un metodo che funziona molto bene è l’analisi SWOT: Strenght, Weaknesses, Opportunities, Threats.

CONSIGLIO PRATICO

Prendi la lista dei competitor e fai 4 colonne da riempire, una per ogni lettera dell’acronimo SWOT.

esempio anali swot

Prima colonna ‘S’ → quali sono i suoi punti di forza. Cosa l’azienda sta facendo bene, su cosa è imbattibile.

Seconda colonna ‘W’ → quali sono i punti di debolezza. Cosa l’azienda sta facendo male, a cosa è debole.

Terza colonna ‘O’ → quali sono le opportunità non sfruttate dell’azienda. Quali sono gli aspetti sui quali può migliorare.

Quarta colonna ‘T’ → quali sono le minacce che l’azienda può fare verso di te. Magari può rubarti una fetta di mercato molto faceilmente o riesce ad essere concorrenziale sui prezzi.

Simple as that,

N.B. non è detto che tutte le caselle saranno riempite.

Ricerca di Mercato

Siamo arrivati all’ultimo punto per creare la tua analisi di mercato efficace e creare un business plan ad hoc per la tua attività.

La ricerca di mercato è l’ultimo punto ma non per importanza.

Fai molta attenzione.

Raccolta di dati primari e secondari

Hai bisogno per prima cosa di raccogliere alcuni dati, che chiameremo primari e secondari.

I dati primari sono informazioni che raccogli direttamente dal tuo target di rifermento. Attraverso questionari, sondaggi e osservazioni riuscirai a carpire le esigenze, i desideri e i comportamenti dei tuoi clienti ideali.

Possiamo paragonare i dati primari ad un abile esploratore del mare.

I dati secondari offrono una visione più ampia del mercato, fornendoti informazioni preziose su trend di mercato, competitor e dimensioni del settore di riferimento.

Questi ultimi, invece, possiamo definirli come un cartografo che studia le mappe esistenti per ottenere le informazioni per navigare.

Analisi delle tendenze del mercato

In ultimo, devi, come si dice, stare sul pezzo.

È fondamentale che tu conosca bene il mercato in cui operi, ma ancora più importante è il fatto che tu sia appassionato di quello che fai.

Solo in questo modo sarai in grado di intercettare i trendi di mercato, analizzarli e cavalcarli.

La strategia più efficace

Questa era la strategia di analisi di mercato mercato efficace e più semplice che esiste, e ti ho dato tutti gli strumenti per farla da te.

Come hai potuto notare, non è niente di così complicato, ed è importantissimo che tu la faccia in modo corretto.

Ti serve sia che tu stia per partire ma anche se hai già una tua attività e vuoi crescere.

Fa bene, in ogni caso, fare un check ogni tanto e capire se è tutto in ordine, se l’analisi ancora valida, se i concorrenti sono gli stessi, le buyer persona sono le stesse e se l’analisi SWOT sia ancora attuale.

Ti lascio una risorsa molto utile dagli amici di Marketers, dove Dario Vignali insieme al suo socio spiegano come fare un’analisi di mercato dettagliata.

Video lunghetto ma pieno di contenuto!

Condividi su...